ULTIME NOTIZIE

I pessimi risultati del summit di Parigi

frontiere

Il 28 agosto scorso a Parigi si è tenuto l’ennesimo summit sulla Migrazione. La sede era Parigi. Gli invitati: Francia, Spagna, Germania, Italia tra gli Stati Membri; Niger, Tchad e Libia per i paesi Africani. La scelta dei paesi seduti a questo tavolo lascia intuire la strategia che soggiace all’incontro: focalizzare l’attenzione sul Sahel, incrociando gli interessi della migrazione a quelli economici e geopolitici. La scelta di Parigi invece fa chiaramente emergere una volontà del nuovo Presidente francese Macron di riprendere in mano un ruolo di leader sia sul tema immigrazione che in modo più ampio in Africa.

Emma Bonino presenta lo spot di Ero Straniero

Comunicazioni

Radicali Italiani lancia un videospot a sostegno della campagna Ero straniero – L’umanità che fa bene: la legge di iniziativa popolare per cambiare le politiche sull’immigrazione superando la legge Bossi-Fini. A presentarlo alla stampa sarà Emma Bonino giovedì 7 settembre alle ore 11 a Roma presso la sede del comitato promotore in via Angelo Bargoni, 38.

…E la chiamano accoglienza! A Roma manganelli e idranti contro un centinaio di persone di origine straniere

Comunicazioni

Manganelli, idranti e forze dell’ordine schierate. Così stamattina si sono brutalmente svegliate le oltre cento persone di origine straniera che da qualche giorno occupavano piazza Indipendenza a Roma, la maggior parte in attesa di riappropriarsi dei propri averi, dopo essere state velocemente sgomberate dallo stabile che le ospitava da tempo. Siamo di fronte a un

Soldi e armi per esternalizzare il controllo delle frontiere

frontiere

di Sara Prestianni
Si sono ritrovati a Tunisi, lo scorso 24 luglio, per pianificare la politica di esternalizzazione del controllo delle frontiere i rappresentanti dei Paesi africani ed europei più interessati dalla rotta del Mediterraneo centrale. L’obiettivo: arginare la situazione libica rafforzando le relazioni con i Paesi vicini.


Leggi tutte le notizie

L’EDITORIALE

  • di Filippo Miraglia, vicepresidente nazionale ArciIl vecchio tentativo di farsi coprire dalla società civile Posted on: Sep 19th, 2017

    di Filippo Miraglia
    Era il 28 marzo del 1999 quando alla riunione del Tavolo di Coordinamento governo associazioni per gli aiuti alla ex Yuogoslavia, presenti l’attuale Ministro Minniti, allora sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, e Livia Turco, ministra del governo D’Alema, alle organizzazioni intervenute fu proposto - racconta Giulio Marcon nel suo libro “Le ambiguità degli aiuti umanitari: indagine critica sul terzo settore” - di partecipare al grande progetto italiano di assistenza ai profughi kosovari: Missione Arcobaleno. “Mentre bombardano, aiutano i profughi”, scrive Marcon. Dopo quasi 20 anni, il governo Gentiloni e il ministro Minniti propongono un metodo analogo. Lo stesso schema di allora.

Rassegna Stampa

Rassegna Stampa quotidiana a tema immigrazione, realizzata con la collaborazione dell'associazione Carta di Roma

 

 

 

INIZIATIVE GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO

RESTA AGGIORNATO



PROSSIMI EVENTI

settembre 2017
lunedì martedì mercoledì giovedì venerdì sabato domenica
28 agosto 2017 29 agosto 2017 30 agosto 2017 31 agosto 2017 1 settembre 2017 2 settembre 2017 3 settembre 2017
4 settembre 2017 5 settembre 2017 6 settembre 2017 7 settembre 2017 8 settembre 2017 9 settembre 2017 10 settembre 2017
11 settembre 2017 12 settembre 2017 13 settembre 2017 14 settembre 2017 15 settembre 2017 16 settembre 2017 17 settembre 2017
18 settembre 2017 19 settembre 2017 20 settembre 2017 21 settembre 2017 22 settembre 2017 23 settembre 2017 24 settembre 2017
25 settembre 2017 26 settembre 2017 27 settembre 2017 28 settembre 2017 29 settembre 2017 30 settembre 2017 1 ottobre 2017

Sito realizzato nell'ambito del progetto
logo fei
co-finanziato da
unione europea_min_int
Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di paesi terzi